VERSO LE STELLE CON IL DOTT. MALORNI

VERSO LE STELLE CON IL DOTT. MALORNI

Tre tappe, un unico sentiero sotto la guida del Dott. Nicola Malorni, Presidente dell’ordine degli psicologi del Molise, verso il Piccolo Principe: 

L’ESSENZIALE E’ INVISIBILE AGLI OCCHI 

Presso la nostra Scuola il 19 Gennaio 2018 si è svolto il primo incontro di formazione sul tema dell’educazione al bello. “Il primo approccio con il Piccolo Principe è stato in un sogno, da piccolo sognavo di volare nel cosmo, guardavo giù e vedevo i pianeti, continuavo a viaggiare con la speranza di trovare una base”. Questa frase ha dato inizio al cammino di conoscenza, ad ascoltarlo un centinaio di persone che hanno riempito la sala audio-video della nostra scuola. Nell’incontro è stato evidenziato come nella ricerca del bello in tutto ciò che ci circonda, viene svelata anche la bellezza dell’insegnamento.

Risuona infatti la frase “il bravo insegnante è colui che sa rendere attraenti le proprie materie, l’insegnamento deve saper far nascere il desiderio”. Gli uditori riferiscono di aver riscoperto, grazie a questo incontro, la bellezza di essere genitori, insegnanti, studenti fatti per qualcosa di grande. L’essenziale, inizia così a prendere forma visibile.

Il secondo incontro del 9 Febbraio ha centrato pienamente il tema legato al dialogo con il bambino interiore. “Educare un bambino, all’interno della relazione educativa, deve avere il significato di indicare la stella, di indirizzarlo verso il futuro”. L’ incontro intitolato: “Il Piccolo Principe: un dialogo con il bambino interiore”, ha chiarito ai presenti cosa vuol dire essere punti di riferimento e basi sicure per i bambini al giorno d’oggi. La sfida educativa non lascia sconti:“Senza la guida, “la stella” che ci conduce, non si può diventare pienamente adulti[…] io ho trovato la stella nei grandi autori, nelle mie scuole di appartenenza, nei miei ruoli, nelle mie funzioni”, afferma il Dott. Malorni. In trenta anni la Scuola Campolieti ha seguito proprio questo metodo educativo, trasformandosi, grazie alla figura dell’insegnante unico, in una “base sicura” per i suoi bambini.

Durante il terzo incontro del 9 Marzo il Dott. Malorni ha rilanciato: “Il ruolo dell’educatore è far sviluppare nel bambino una sensibilità particolare per riuscire a comprendere le emozioni, perché l’ essenziale è invisibile agli occhi e solo chi guarda verso l’interno può riuscire ad intercettarlo”. Si è educatori quando si comprende meglio se stessi, quando si comprende che “la produttività, l’efficacia, la capacità di intercettare la via giusta e di perseveranza nella realizzazione di un proprio progetto di vita, dipendono in gran parte dal grado di sviluppo delle attitudini emozionali”. Il Piccolo Principe, presente dentro ognuno di noi, ci spinge a realizzarci, cercando la stella, la guida alla quale ispirarci lungo il nostro cammino di vita. L’educazione, soprattutto l’alfabetizzazione emozionale ed affettiva, è la strada da percorrere.

Team Comunicazione Campolieti 

 

Share